Machiavelli: “Preferisco di gran lunga andarmene all’inferno”

Machiavelli: “Preferisco di gran lunga andarmene all’inferno”

Ricevo e volentieri posto. Da Niccolo Zaretti

Si racconta che prima di morire, il 21 giugno 1527, Niccolò Machiavelli abbia raccontato agli amici che gli restarono vicini fino all’ultimo di un suo sogno, che diventò poi celebre nei secoli come “il sogno di Machiavelli”.
Disse di aver visto in sogno una schiera di uomini, malvestiti, dall’aspetto misero e sofferente.
Chiese loro chi fossero e quelli gli risposero “siamo i santi e i beati; andiamo in paradiso”.
Vide poi una moltitudine di uomini di aspetto nobile e grave, vestiti con abiti solenni, che discutevano solennemente di importanti problemi politici.
Riconobbe fra di essi i grandi filosofi e storici dell’antichità che avevano scritto opere fondamentali sulla politica e sugli stati, fra i quali Platone, Plutarco e Tacito.
Chiese anche a loro chi fossero e dove andassero.
“Siamo i dannati dell’Inferno”, gli risposero.
Terminato il racconto spiegò agli amici che preferiva di gran lunga andarsene all’inferno per ragionare di politica con i grandi uomini dell’antichità piuttosto che in paradiso a morire di noia con i beati e i santi.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...