Politici malati di cancro

Politici malati di cancro

gendarmerie

Bersani dice che i partiti personali sono il “cancro” della democrazia. Monti, a Melfi, di fronte agli operai della Fiat annuncia che tredici mesi fa “l’Italia aveva febbre alta e non bastava un’aspirina” ma serviva una “medicina amara non facile da digerire ma assolutamente necessaria per estirpare la malattia”.

Per non parlare di Berlusconi che avrebbe sconfitto il cancro (non si sa se si riferiva della metastasi oppure dei magistrati) mentre De Magistris rispondeva a tono: l’ unico cancro della democrazia sono le mafie.

A quanto pare, e con grande gioia di chi il cancro ce l’ha davvero, tra i politici va di moda usare metafore sanitarie. In barba a chi è malato sul serio e a chi, quando accende la tv, si trova a fare i conti con uomini pubblici che per farsi campagna elettorale si dimenticano di avere rispetto o, quantomeno, tatto.

Smettetela di parlare di malattie.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...