Sputi e insulti contro le musulmane, raffica di aggressioni dopo Parigi

Sputi e insulti contro le musulmane, raffica di aggressioni dopo Parigi

cropped-minigonna-e-burqa.jpgRegistrati casi a Bologna, Roma, Milano e in Toscana. Una giovane denuncia: “Mi hanno colpita dicendomi ‘terrorista tornatene nel tuo paese'” 

E’ l’altro effetto degli attacchi di Parigi. Ad Arezzo due uomini hanno intimidito Rosa, di origini tunisine, e la sua amica yemenita mentre uscivano da un locale. “Uno dei due mi ha chiesto una sigaretta poi ha cominciato a guardarmi chiedendomi se fossi musulmana perché dal colore della pelle sembrava così. Mi hanno spintonata, uno mi ha tirato il velo, volevano strapparmelo via”, racconta Rosa.

Mentre la aggredivano le gridavano “terrorista, musulmana di merda” poi “per fortuna sono arrivati dei passanti e questi due se ne sono andati”. Era già successa una cosa simile a Bologna qualche tempo fa quando avevano provato a strappare il velo a due ragazze uscite dall’università mentre a un gruppo di musulmane completamente velate è stato impedito di entrare in un bar di Milano.

Quella volta, come questa volta, nessuno denunciò nessuno. “Meglio, non voglio casini”, dice Rosa (nome di fantasia) che chiede di rimanere anonima. Sono tante le donne velate che raccontano di essere state aggredite. Read more